La democrazia a rischio in Europa

Ieri in Europa è stata violata la prassi di assegnazione delle presidenze delle commissioni a danno del Movimento 5 stelle e dell’EFDD, ma soprattutto a danno della democrazia; secondo il metodo D’Hondt infatti, alla nostra Eleonora Evi spettava la presidenza della commissione Petizioni, ma forse  il rischio di concedere ad una forza come il Movimento 5 stelle una commissione così importante per la democrazia diretta era troppo elevato per i politicanti di professione di destra e sinistra che quindi, senza batter ciglio, si sono uniti in un’insolita cordata per strappare la presidenza all’unico gruppo e all’unica persona cui spettava.

In aula Eleonora Evi (M5S) ha guardato dritto negli occhi gli altri colleghi e a loro si è rivolta così: “qual è il nostro ruolo qui? Siamo professionisti o al servizio dei cittadini? Io sono stata eletta dalla rete con un metodo nuovo e democratico, attraverso primarie on line. Sono il risultato di un esperimento politico di portata internazionale, un modello di democrazia partecipativa che portiamo in dote e voi ci escludete“.

Questo è un estratto del discorso in aula di Eleonora Evi, per il resto vi rimandiamo al video

http://www.beppegrillo.it/2014/07/la_democrazia_a_rischio_in_europa.html

 

 

GRAZIE MILLE, ANZI GRAZIE 1586!!

IMG-20140530-WA0000 IMG-20140531-WA0000 IMG-20140531-WA0001

GRAZIE A TUTTE LE PERSONE CHE CI HANNO DATO FIDUCIA E CHE CI HANNO PERMESSO DI ENTRARE IN CONSIGLIO COMUNALE CON DUE PERSONE!!

 

ECCO i nomi dei nostri ASSESSORI

Ed eccoci, come promesso, ad annunciare, prima del voto di domenica 25 maggio, i nomi degli assessori che comporranno la nostra giunta in caso di vittoria. Votando Movimento 5 stelle il cittadino di Cormano saprà quindi in anticipo anche chi comporrà la squadra di governo e questa è un’assoluta novità.

Le modalità di scelta sono state già più volte chiarite: abbiamo aperto un bando, raccolto e visionato attentamente i curricula, convocato i migliori a colloquio e poi proseguito fino ad arrivare alla formazione della giunta.

Abbiamo scelto un totale di quattro  persone due delle quali selezionate all’interno della nostra squadra e altre due scelte dall’esterno con le modalità appena descritte.

Pubblichiamo di seguito i nomi:

1) Area Amministrativa: Silvia Metra, 38
anni, Funzionario tributario presso il Ministero dell’economia e delle finanze

2) Area Socio-culturale: Marta Minuzzo, 23 anni, studentessa di Lettere Moderne

3) Area del Territorio: Claudia Giusto, 30 anni, Geologa specializzata in valutazione dei rischi ambientali

4) Area dello sviluppo Socio-eco sostenibile: Simone Varva, 35 anni, studioso di diritto del lavoro

 

 

 

CONFRONTO tra CANDIDATI SINDACO

20140520-122827.jpg

Ieri sera si è svolto il confronto tra candidati sindaco di Cormano, erano presenti quindi Luigi Magistro per la coalizione del centro destra, Tatiana Cocca per il centro sinistra e Ivan Iaffaldano per il Movimento5stelle; è stato un evento fortemente voluto da noi del M5s affinché il cittadino si potesse sentire davvero il centro delle scelte politiche di ciascun candidato. Il nostro Ivan Iaffaldano si è posto con semplicità e determinazione spiegando i progetti che in mesi di lavoro abbiamo pensato per la nostra Cormano. Progetti che non sono solo parole ma il nostro impegno concreto per i prossimi cinque anni sia da maggioranza che da opposizione. Non ci sembra opportuno fare classifiche, in fondo non era una gara ne una battaglia, era solo un servizio al cittadino, per guidarlo in una scelta più consapevole. Tuttavia il nostro Ivan ci è parso il più concreto, il più proiettato al futuro, il più credibile, sappiamo di avere una buona squadra, di avere volontà e onestà e siamo convinti che tutto questo ci porterà lontano.

Chiudendo ci teniamo a fare una piccola precisazione dal momento che forse è parso poco chiaro il metodo di selezione della nostra squadra di giunta: noi siamo gli unici ad aver deciso, in nome della massima trasparenza, di pubblicare i nomi degli assessori prima del voto di domenica 25 maggio e il processo di scelta si è diviso in cinque fasi:
1) abbiamo aperto un bando per la carica di assessore
2) abbiamo vagliato i curricula pervenuti
3) abbiamo convocato a colloquio i candidati
4) abbiamo selezionato i migliori in base a competenza, senso civico e vicinanza al nostro pensiero politico
5) abbiamo riconvocato le persone scelte ed entro la fine della settimana pubblicheremo in nomi

 

Incredibile! Negata l’istanza disoccupati a Cormano!!

In data 11/4 abbiamo presentato un’istanza (n. 9094) al comune di Cormano chiedendo che, come è stato fatto in altri comuni,  nelle operazioni di nomina degli scrutatori per le elezioni del 25 maggio venisse data la precedenza ai soggetti disoccupati o inoccupati con lo scopo di dare un piccolo aiuto economico a chi si trovi in un momento di difficoltà.

Ieri,  29/4, abbiamo ricevuto risposta negativa alla nostra richiesta.

Ci teniamo ora a confutare alcune delle cose scritte nella lettera inviataci dall’amministrazione.

 Per prima cosa ci si dice che la nomina degli scrutatori deve “essere effettuata tra i nominativi compresi nell’apposito albo ai sensi dell’art. 9 della legge 21 dicembre 2005, n. 270”, questo è assolutamente vero, ma non si capisce perché lo si ponga a principio dell’argomentazione visto che noi per primi facciamo rientrare la nostra proposta all’interno del dettato del suddetto articolo scrivendo:

 

“chiediamo che nelle operazioni di nomina degli scrutatori di seggio sia primo criterio di scelta la mancanza di occupazione degli iscritti all’albo; che vengano quindi scelti coloro i quali  risultino iscritti presso il centro per l’impiego con lo status di disoccupati o inoccupati”

 

È quindi del tutto evidente che questo primo appunto rivoltoci non possa essere la base per un rigetto.

Ma andiamo avanti, la lettera prosegue sostenendo che la precedenza ai disoccupati, quindi il trattamento di favore a loro riservato, contravverrebbe alle regole della democrazia per le quali ciascuno deve avere pari opportunità di partecipare al momento delle elezioni; qui evidentemente non può essere possibile una risposta se non politica e soggettiva e noi riteniamo che molto più democratico del fatto di far partecipare tutti in egual misura sia il fatto che una comunità diventi DAVVERO comunità con la conseguenza che,  tra coloro che ne fanno parte, i più  fortunati facciano un passo indietro a favore dei loro concittadini momentaneamente meno fortunati. Ci permettiamo poi di interpretare a favore di quest’istanza anche l’articolo 2 della Costituzione italiana  nel punto in cui si dice che “ la Repubblica richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica,economica e sociale” e di ricordare come, sempre la nostra costituzione all’art. 3, ritenga gli ostacoli di ordine economico un limite, di fatto, a quell’uguaglianza  che si pone a principio cardine della logica della risposta negativa  dell’amministrazione alla nostra richiesta, ma che sembra un’uguaglianza solo formale e non di fatto.

La sensazione quindi è che si sia dovuta improvvisare una risposta non avendo più i tempi necessari ad attuare questa proposta con le dovute modalità (che tra poco illustrerò), in effetti non è nostra intenzione insinuare che l’amministrazione non abbia abbastanza a cuore le sorti dei suoi cittadini, ma che quantomeno abbia peccato di scarsa attenzione e capacità di pianificazione.

Procediamo ora illustrando le modalità con cui avrebbe dovuto essere portata avanti questa iniziativa secondo quanto avvenuto in altre municipalità (per es. Novate M.se):

Nei mesi precedenti la nomina degli scrutatori, che per legge deve avvenire tra il 25esimo giorno e il 20esimo giorno antecedenti le elezioni, si sarebbero dovuti invitare gli iscritti all’albo degli scrutatori (con le più svariate modalità) a presentare un’autocertificazione di disoccupazione o inoccupazione, l’amministrazione avrebbe successivamente dovuto controllare tali autocertificazioni mediante un controllo incrociato con i dati provenienti dal centro per l’impiego. Tutto questo sarebbe stato più che possibile se solo ci si fosse mossi in tempo.

In conclusione, riteniamo più adeguato che  l’amministrazione si premuri di convocare i cittadini che facciano regolare istanza al fine di discutere insieme la proposta cosi che entrambe le parti ne traggano giovamento.

Cogliamo  l’occasione per sollecitare una risposta anche sulle precedenti due istanze da noi presentate, smaltimento degli oli esausti e soprattutto applicazione della tariffazione puntuale per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, entrambe rimaste senza risposta da molto tempo.

Il MoVimento 5 stelle di Cormano

Risposta Istanza scrutatori

 

SIAMO PRIMI!

m5s cormano primi

IMG-20140428-WA0006

 

Il candidato portavoce Sindaco Ivan Iaffaldano e il movimento 5 stelle di Cormano saranno i primi sulla scheda elettorale per le elezioni amministrative di Cormano.

Speriamo che sia di buon auspicio!!!

 

 

 

Ecco la nostra lista!

Da  qualche anno siamo presenti sul territorio di Cormano, siamo partiti in pochissimi trovandoci in un bar nel 2009 e con calma e costanza, ma soprattutto con passione, ci siamo fatti spazio nel panorama politico cittadino  e non solo, abbiamo costruito un gruppo solido e abbiamo portato avanti, pur non essendo nelle istituzioni cormanesi, buone iniziative di cui andiamo orgogliosi come quella per il corretto smaltimento degli oli esausti, quella sulla strategia Rifiuti Zero e di conseguenza l’istanza sull’applicazione della  tariffazione puntuale proseguendo poi con il progetto Salviamo il paesaggio, le battaglie per la Rho-Monza e la Leganti naturali per terminare con l’ultima delle Istanze che abbiamo presentato in comune per chiedere che venga data la precedenza ai disoccupati nella selezione degli scrutatori per le elezioni. Non ci siamo mai stancati di far sentire a tutti ,cittadini e istituzioni, la nostra presenza, non ci siamo mai stancati di fare banchetti anche e soprattutto quando la campagna elettorale era ancora un miraggio, questo è il nostro stile.

Ieri abbiamo ufficializzato la nostra corsa alle prossime elezioni amministrative presentando una lista di persone appassionate, oneste e competenti.

Queste elezioni cittadine sono per noi  un’avventura tutta nuova e si portano dietro tutte le emozioni e le paure delle prime volte, ma sappiamo anche di avere alcune certezze che ci aiuteranno a fare strada: non ci spaventeranno le ore di studio e di lavoro per portare avanti il nostro programma che sia da opposizione o che sia da maggioranza, non ci spaventeranno le scelte difficili se saranno prese nella direzione del bene della collettività, sappiamo di essere promotori di un nuovo modo di pensare la politica, si, persino di un nuovo modo di pensare la democrazia, una democrazia che sia meno rappresentativa e più diretta e sappiamo che questo sarà possibile, con l’aiuto di tutti, soprattutto nelle comunità medio-piccole come la nostra dove la partecipazione attiva del cittadino è un obiettivo non solo auspicabile ma assolutamente possibile. Tutto questo ci basta per dire di avere tutte le carte in regola per fare un buonissimo lavoro!!!

 

Ecco la nostra lista, 10 candidati e 6 candidate che appoggiano il candidato portavoce sindaco Ivan Iaffaldano. Segnaliamo anche che a breve saranno pubblicati i nomi delle quattro persone che, in caso di vittoria, occuperanno le posizioni di assessori.

NOME ETA’
MARTA MINUZZO 23
SIMONE ABBRUZZI 32
PAOLA DANESI 33
MASSIMILIANO BARONE 44
WIDIA IRENE MALANDRIN 42
DANIELE BONAVENTURA 22
SILVIA MARGHERITI 34
ADAMO DE VELLI 45
SARA NICHETTI 38
DAVIDE MARAGNA 35
STEFANO MINUZZO 57
VITO NATALE 36
MARCO PULGA 23
ROBERTO RUSSO 33
CHRISTIAN TANGORRA 30
CHIARA TOLOMEO 23

 

Ma cosa mi combina il PD a Cormano?

IMG_2817Cosa fa il PD quando è in difficoltà? Quando non ha argomenti? Quando tutta la sua sicurezza si basa sull’apparenza? Quando dopo anni di regno incontrastato vede di fronte a se un’opposizione vera? Attacca dei cittadini, ecco cosa fa!

Nei giorni scorsi è avvenuto un fatto grave nel comune di Cormano, non ho voluto parlarne prima perchè non volevo discutere di certi comportamenti meschini durante il giorno della liberazione. Certi personaggi non meritano di essere nominati in questi giorni.

I fatti sono accaduti durante l’evento organizzato il 23/4 dal Comune di Cormano dal titolo “PARTIGIANI SUI MONTI DELLA VAL GRANDE” con la partecipazione di Fabrizio Vangelista, Assessore Alla Cultura del Comune di Cormano. All’inizio della serata l’Assessore ha strumentalizzato l’evento per far notare l’assenza dei due candidati Sindaci avversari al centro sinistra, usando quindi la sua funzione istituzionale di Assessore per fare campagna politica.

Ma questo ce lo aspettavamo! Non è finita qui, una volta concluso l’evento l’Assessore Alla Cultura si è permesso di raggiungere alcuni cittadini del movimento 5 stelle presenti (Ivan Iaffaldano, Marta Minuzzo, Christian Tangorra), riempirli gratuitamente di insulti (è stato detto mistificatori, fascisti e altri epiteti che trovo inutile ripetere) e soprattutto si è permesso di affermare che la loro presenza non era gradita e di andarsene (aggiungendo, ovviamente, altri epiteti). Il tutto è successo davanti ad almeno una ventina di testimoni, tra cui l’Assessore all’Ambiente Alessandro Marini ed il consigliere comunale Franco Russo, che immagino potranno confermare l’accaduto.

Dal signor Vangelista non mi aspetto cose molto più elevate di queste. Questo personaggio è lo stesso che, mostrando vette di coerenza degne di Berlusconi, ha stigmatizzato il mio comportamento passato. Ora si comporta in questo modo? Si rende conto che quello che ha fatto lo ha fatto contro dei cittadini, per quanto di altro credo politico, e che lo ha fatto durante una serata in cui lui rappresentava il comune? Si rende conto che se si rivolge a un cittadino durante le sue funzioni di assessore, si rivolge al suo datore di lavoro? Si rende conto che è un signor nessuno e che non può permettersi di sfruttare la sua posizione nell’amministrazione durante una serata informativa? Sa di essere l’assessore alla “cultura”? Poi ci domandiamo perchè l’educazione e la cultura in Italia siano sempre più marginali? Perchè sono rappresentate da questi politici!

Una delle persone offese è il candidato sindaco M5S Ivan Iaffaldano, con cui lo scontro è ormai aperto, ma tra gli offesi c’è anche Marta Minuzzo, la nostra capolista, un’ottima attivista, giovanissima e piena di iniziativa. Anche lei è stata travolta dall’impeto dell’assessore mentre la stava offendendo. Forse aveva dimenticato quante volte il suo Pd ha tentato di avvicinarla e portarla a se. Questo dimostra il valore della nostra Marta che ha resistito alle promesse di posti sicuri in comune e di cui anche il PD riconosce le qualità. Vangelista risulta quindi doppiamente incoerente offendendola, ma il bipolarismo del PD ormai è cosa nota e non ce ne stupiamo più.

L’assessore ha attaccato più volte il M5S, mai nei contenuti ma sempre con teorie filosofiche che ci associano ai prepotenti ai ribelli ai fascisti. Caro Sig. Vangelista, dovresti allora sapere qualcosa sul tuo di partito:

  • Il PD vuole la pace e Renzi è nella squadra di Emergency tuttavia il PD compra gli F35 e rifinanzia le missioni all’estero
  • Il PD regala soldi alle banche mentre canta “bella ciao” e la gente non arriva a metà mese
  • Il PD festeggia i partigiani e la Liberazione ma vuole demolire la costituzione (scritta da quegli stessi partigiani) con l’ abolizione del senato e una legge elettorale che potrebbero portare a un governo fascio-PD
  • Il PD porta avanti il progetto politico della P2
  • Il PD fa accordi con Berlusconi, un condannato, per modificare la costituzione
  • Il PD vuole tutelare il territorio e firma decreti con all’interno condoni edilizi
  • Il PD è democratico ma impone agli italiani Renzi con solo un centinaio di voti della segreteria di partito
  • Il PD non vuole il finanziamento pubblico ai partiti infatti ci rinuncia solo dal 2017 e solo in parte

Capisco che per un esponente PD ci siano molte cose su cui riflettere. Nessuno obbliga una persona a rimanere in un partito se non lo sente più suo, se ha visioni differenti. Allora perchè rimanete a metterci la faccia per un partito falso come il PD? Forse è la sicurezza di qualche seggio che vi mantiene ancorati al credo piddino?

Le tecniche per recuperare i voti sono le solite. Ipotizziamo? Un occhio di riguardo per questo o quel commerciante, qualche agevolazione per i centri anziani, un bel simbolo dell’ANPI sulla giacca durante il 25 Aprile, cenare a spese del comune dagli amici di Corte Manlio, promettere una piscina che si mantiene grazie anche alle spese dei cittadini, costruire una biblioteca-auditorium poco sfruttato e sempre a spese dei cittadini, acquistare o affittare immobili per tenere vicine le cooperative, costruire, ma non terminare, qualche casa in convenzione in periferia in modo da liberare i vecchi edifici in centro paese e forse speculare da nuove edificazioni più moderne?

Capisco il disagio, capisco il fastidio di essere smascherati ma attaccare gli altri cittadini, offendere e agitarsi non è la soluzione, è il comportamento degno di un animale ferito che si dimena prima di essere sconfitto dalla morte. Il PD Cormanese è allo sbando, sente tremare la terra sotto i piedi e non c’è abituato. Ancora pochi giorni e vi toglieremo d’impaccio, vi libereremo e ci libereremo dal peso di un partito che ormai non ha più nulla da dare.

Massimo De Rosa
Cittadino Portavoce
Camera dei Deputati

 

 

 

BUON 25 APRILE!

FASCISTA è chi, come Pinochet, ha VENDUTO i propri popoli in cambio del Dio denaro. Anche se mentre regala i soldi alle banche lo fa cantando Bella Ciao. Mi sono avvicinato alla politica perchè sogno un mondo diverso, un mondo senza INGIUSTIZIE in cui la parola dell’ultimo disperato possa valere tanto quanto quella del più alto parlamentare, un mondo in cui un disabile possa vivere una vita serena e dignitosa attraverso l’aiuto dello stato e della solidarietà dei suoi concittadini, un mondo in cui un disoccupato non viene abbandonato, ma aiutato a reintrodursi con dignità nella vita lavorativa, un mondo in cui le banche aiutano le imprese in difficoltà e non chi specula con la finanza portando povertà su alcune zone del mondo a discapito di altre, un mondo in cui le tasse vengono pagate da tutti ma in cui i più fortunati con un reddito superiore contribuiscono in modo maggiore rispetto a chi percepisce meno, un mondo senza guerre, un mondo in cui la democrazia abbia più potere e più priorità rispetto al capitalismo. Nell’ultimo anno sono stati acquistati caccia bombardieri per nuove guerre, sono stati scontati gli evasori fiscali con lobby potenti alle spalle, hanno provato a modificare l’art.138 della costituzione, le differenze sociali sono aumentate a dismisura, la democrazia è solo sulla carta e in generale i cittadini sono abbandonati quando hanno un problema, rintanati nelle loro case per paura diventano sole nei loro drammi. Sicuramente DOBBIAMO LOTTARE ANCORA TANTO, ma non ho paura e NON SONO STANCO. Io non sto lottando per una VITA MATERIALMENTE MIGLIORE, MA PER UNA VITA RADICALMENTE DIVERSA! Buon 25 Aprile a tutti!!!

 

INGIURIE ED OFFESE DALL’ASSESSORE AL TERMINE DELL’EVENTO SUL 25 APRILE!

 

Ieri è successa una cosa gravissima! Durante la serata organizzata dal Comune dal titolo “PARTIGIANI SUI MONTI DELLA VAL GRANDE”, l’Assessore alla Cultura Fabrizio Vangelista ha fatto notare al microfono che mancavano i candidati Sindaci avversari del centro sinistra. Durante la serata però è giunto Ivan Iaffaldano e l’Assessore non ha fatto notare che, seppur in ritardo, sia arrivato. Già questa è una cosa gravissima in quanto l’Assessore è una figura istituzionale e non può usare la sua funzione per scopi politici, ma dopo è successa una cosa molto più grave.

Ha infatti inseguito e cercato i tre presenti del m5s (Ivan Iaffaldano, Marta Minuzzo e Christian Tangorra), provocando e insultando, davanti ad una ventina di testimoni, arrivando a dire che le loro presenze non erano graditi ed invitandoli ad andarsene, aggiungendo ovviamente altri insulti.

Tutto questo sarebbe inaccettabile per un singolo cittadino, figuriamoci per un Assessore!!

Abbiamo quindi deciso di scrivere una lettera che invieremo al Comune in serata o domani e che comunque riportiamo qui, per informare la giunta e il consiglio comunale di quanto accaduto.

 

 

COMUNE DI CORMANO

Alla Cortese attenzione:

   Del Sindaco Dott. Roberto Cornelli

     Della giunta

           Del consiglio comunale

 

OGGETTO:  INGIURIE ED OFFESE RICEVUTE DALL’ASSESSORE VANGELISTA

Gentili Signori,

la presente è per portarvi a conoscenza di un fatto avvenuto ieri sera (23 Aprile) durante l’evento organizzato dal Comune dal titolo “PARTIGIANI SUI MONTI DELLA VAL GRANDE” con la partecipazione di Fabrizio Vangelista, Assessore Alla Cultura del Comune di Cormano.

All’inizio della serata l’Assessore ha strumentalizzato l’evento per far notare l’assenza dei due candidati Sindaci avversari al centro sinistra, ma quando dopo è giunto Ivan Iaffaldano, candidato portavoce Sindaco del movimento 5 stelle, non ha fatto notare il suo arrivo, usando quindi la sua funzione istituzionale di Assessore per fare campagna politica.

Non è finito qui, una volta finito l’evento l’Assessore Alla Cultura in carica Fabrizio Vangelista, si è permesso di raggiungere noi presenti del movimento 5 stelle (Ivan Iaffaldano, Marta Minuzzo, Christian Tangorra) e riempirci gratuitamente di insulti (è stato detto mistificatori, fascisti e altri epiteti che troviamo inutile ripetere, anche nel rispetto del decoro dell’isitituzione a cui ci rivolgiamo) e soprattutto si è permesso di dire che le nostre presenze non erano gradite e che ce ne dovevamo andare (aggiungendo, ovviamente, altri epiteti). Il tutto è successo davanti ad almeno una ventina di testimoni, tra cui l’Assessore all’Ambiente Alessandro Marini ed il consigliere comunale Franco Russo, che immagino potranno confermare l’accaduto. In ogni caso altri cittadini erano presenti e possiamo citarli nel caso serva.

TUTTO QUESTO È INACCETTABILE. Non solo per il fatto che un cittadino ha insultato gratuitamente altri cittadini, ma per il fatto GRAVISSIMO che in quel momento era presente in qualità di Assessore Alla Cultura e quindi di una figura istituzionale e super-partes, recando un grave danno all’immagine dell’amministrazione comunale.

Pretendiamo quindi scuse pubbliche e formali dell’Assessore in oggetto Fabrizio Vangelista riferite non solo a noi ma al Comune stesso che risulta danneggiato dopo questo episodio. Se le scuse non dovessero pervenire, ci riserviamo la possibilità di proseguire con una regolare denuncia/querela per le gravi ingiurie ricevute.

Vi ringraziamo per l’attenzione porgendovi  Cordiali Saluti,

IVAN IAFFALDANO

MARTA MINUZZO

CHRISTIAN TANGORRA

Allegato lettera